Alessandro zappa il mare. Paola. Calabria

Alessandro-che-zappa-il-mare

tony-Luvi

alessandrozappail-mare2

nel-mio-paese-le-donne-non-dipingono

lei: nel mio paese le donne non dipingono. io: a volte anche nel mio sembra strano.

alessandro-Paola

Paola-e-Alessandro

San Francesco: Quante volte vi devo dire che non voglio vedere femmine? Parlate, faciti presto.

Le due donne: Si tratta di Alessandro, è di nuovo uscito pazzo! Ieri mattina ha pigliato la zappa ed è andato a zappare l’acqua dellu mare; ‘a notte tardi va supra alla spiaggia e parla alla luna e alle stelle, sogna puru lu jurnu e ormai passa le giornate ad aiutare sempre l’autri!

San Francesco: Non preoccupativi ppe illu, preoccupatevi ppe vua! Ci vuò coraggio a non essere pazzi in questo mondo! Io vi dico: meglio essere pazzi ca saggi si la sapienza serve ad arrubare allu compagnu! Cchi male c’è se Alessandro si meraviglia di tutto? Peju ppe vua cc’aviti lu cora de petra e non ciangiti cchù ppe nnent.

Le due donne: Oi Frate Santo, Nicola mio non lavora e nua non mangiamo né pezzi di stelle, né pezzi di luna; ppi mangiari nua avimu bisogno di pane, olio, sale e vino!

San Francesco: Ccu Alessandro ci parlo io, ma vua accontentatevi, pensate che c’è sempre ‘ncunu cca ricogghia quello ca lassati, non vi vergognate di essere poveri, nun è nu disonore non aviri nenti, ricordatevi che è pelli poveri lu regno dellu cielo! Ccu Alessandro ci parlo io, gli dico di guardare verso la Terra, ma vua ffimmini pensate ogni tanto a guardare verso lu cielo!

Dialogo tra San Francesco di Paola e le sorelle di Alessandro tratto dal film del 1992 di Giovanni Sole “Francisco de Paula”.